Serendipity – Oscar Farinetti | Slow Food Editore

Ecco cos’è quindi la serendipity, una componente casuale che aiuta la gestazione di un prodotto, frutto della collaborazione tra uomo e natura

Serendipity è un viaggio in quel gusto nato per caso. Se il mondo è governato dal principio di causa ed effetto, qui possiamo dire che il destino ci ha messo lo zampino.

Piada

L’autore, e ideatore di Eataly, Oscar Farinetti, racconta con la collaborazione di personalità autorevoli, prodotti blasonati del food & beverage e di come la loro genesi causale abbia migliorato le sorti del mondo del gusto e non solo di quello. In fondo anche il caso è un determinante imprescindibile della nostra vita. E in questi racconti è anche un intenditore del gusto.

Serendipity è una raccolta di cinquanta storie da acquolina in bocca, dove Oscar Farinetti racconta un prodotto con l’aiuto di un “addetto ai lavori”. Possiamo definirli una serie di storytelling del piacere del palato. Sapete per esempio com’è nato il pregiatissimo vino dell’Amarone? Da un errore.

«Ecco, l’Amarone nasce da un errore durante la maturazione dell’uva per il Recioto. In certe annate, succedeva che non si riusciva a rispettare a sufficienza i parametri di surmaturazione, gli acini non raggiungevano un contenuto zuccherino abbastanza elevato da subire un arresto di fermentazione, quindi non si trasformavano in un’intensa dolcezza.

Accadeva che tutti gli zuccheri diventavano alcol, quindi il vino ottenuto non era più dolce, amabile ma diventava secco e asciutto.

Il Recioto non era più tale, diventava il Recioto scapà, cioè scappato. Era così che si chiamava inizialmente questo vino sbagliato, considerato appunto scappato, sfuggito di mano.
Solo successivamente gli venne dato il nome Amarone. Nella lingua italiana il contrario di dolce è amaro».

Ecco cos’è quindi la serendipity, una componente casuale che aiuta la gestazione di un prodotto, frutto della collaborazione tra uomo e Natura.

In questo prezioso libro ce ne sono cinquanta dicevamo di racconti che svelano i segreti di prodotti rinomati come la Coca Cola, lo Champagne, il Sandwich, le Patatine Fritte, il Peperoncino, il Grissino, la Nutella, La Guiness, il Negroni Sbagliato, tante bellissime storie destinate a cambiare il nostro palato fino alla serendipity assoluta, ovvero noi essere umani.

E’ un libro piacevole che si fa leggere perché scorrevole, magistralmente documentato e dal linguaggio semplice, molto fruibile senza tecnicismi che lo renderebbero di nicchia.

E’ il patron di Eataly che racconta storie che piacciono a lui e che di conseguenza fanno gola a noi, fruitori abituali del gusto.

Condividi