Murubutu. RAPconti illustrati – Alessio Mariani | Becco Giallo

Murubutu, Antologia di RAPconti Illustrati,  mi ha dato la possibilità di conoscere e apprezzare il rapper letterario Alessio Mariani. In arte “Murubutu”.

Libreria Quante Storie

I suoi testi sono considerati “letteratu rap”, sia per lo stile che per i temi affrontati e la loro modalità spesso complessa. Murubutu mescola sapientemente storia, saggistica, letteratura e rap.

Io cerco in qualche modo di arricchire le persone che mi ascoltano. Se usassi slang, vocabolario limitato e contenuti superficiali non ci sarebbe l’arricchimento che voglio generare in chi mi ascolta. Cerco di essere comprensibile ma complesso allo stesso tempo”.

Nella bellissima narrazione di storie contenuta in questo libro della Becco Giallo, illustrate da Ernesto Anderle, ciò che mi ha subito catturata sono certamente i disegni.

I tratti, i piccoli dettagli, le gote rosse, i fiori, il cielo e il mare con l’azzurro che sfuma… davvero un balsamo per gli occhi.

Ben presto però le parole hanno iniziato ad accompagnare ciò che vedevo e a rendere tutto ancora più coinvolgente.

Storia dopo storia, testo dopo testo, in un susseguirsi di atmosfere, persone, relazioni ed emozioni mi sono ritrovata come dentro alle pagine, fatta di carta, colore, parole e sogni.

“Io sono un paesaggista del rap, dipingo degli scenari in cui ambiento delle trame. I temi dei miei album – notte, vento e mare – in realtà fanno soprattutto da sfondo al vero unico dominatore dei miei testi: la sofferenza umana.”

Ora il fumetto è finito, addosso mi son rimaste le tracce di ciascuna canzone che però ancora non ho ascoltato, ho solo letto e osservato.

Non mi resta che aprire Youtube, digitare Murubutu e immergermi nelle stesse parole in musica.

Inizierò da “I marinai tornano tardi”, sì, per poi proseguire con “La notte di San Lorenzo” fino ad ascoltarle tutte.

Nel frattempo RAPconti Illustrati me lo ha sottratto mio figlio di 11 anni,  ora sono davvero curiosa di sapere cosa ne penserà.

Il mio intento è dipingere ed erigere con le parole mondi così credibili da essere abitati“.

Condividi