CASALOTTI: un altro transennamento dimenticato

Si dice “anno nuovo, vita nuova”, purtroppo non per quanto riguarda la situazione dei transennamenti presenti (per non dire su tutta Roma) sul territorio del Municipio XIII e XIV.

Storie di campagna

Lo scorso anno ci siamo occupati di molte situazioni sui generis, alcune delle quali si sono protratte per svariati mesi, come come via Carugate, via Lidia Bianchi, via Boccea, via di Casalotti.

Fortunatamente nessuna ci ha accompagnato nel 2020. In compenso, però, ce ne sono di nuove.

Stiamo parlando del transennamento in via Boccea, all’altezza dell’intersezione con via del Quartaccio, presente ormai da circa un mese.

La recinzione a protezione del tombino su Via Boccea

Nonostante il transennamento principale riguardi un tombino posto al centro della carreggiata, ad essere stata transennata è stata anche una porzione della stessa carreggiata, riducendo il transito, di fatto, ad una sola corsia.

Il restringimento ha iniziato a creare i primi disagi riguardo alla viabilità, annullando i miglioramenti che i cittadini iniziavano ad intravedere dopo sette anni di cantiere della via Boccea. Siamo tornati alle decine di metri di code che arrivano fino all’uscita del GRA.

Ad ogni modo, il transennamento riguarda il tombino quindi è possibile ipotizzare che vi sia un malfunzionamento alla rete di sottoservizi.

Come per le altre situazioni abbiamo inoltrato una segnalazione a mezzo PEC, sollecitando un intervento nel più breve tempo possibile.

Condividi