SELVA CANDIDA: La scuola al freddo, problemi all’impianto

Ci siamo occupati spesso delle riaperture problematiche delle scuole del nostro territorio, dal mancato funzionamento degli impianti idrici, alle derattizzazioni effettuate pochi giorni dopo il rientro estivo.

CSC Edoardo Antonelli

Oggi ci occupiamo invece della scuola elementare a Selva Candida, dove i termosifoni sono rimasti spenti, e gli alunni al freddo, al primo giorno dal rientro delle vacanze natalizie.

Ci risiamo – ci dice Luciano Bravi, rappresentante del Comitato spontaneo dei Genitori della Scuola a Selva Candida – come avviene quasi ogni anno, al rientro dalle vacanze di Natale, abbiamo trovato una scuola gelata e senza riscaldamento. Una giornata molto fredda per i nostri ragazzi e tutto questo per colpa dei mancati controlli all’impianto di riscaldamento da parte degli organi municipali e comunali. Bastava poco per evitare questo problema, bastava programmare una verifica prima dell’apertura della scuola. Ora non ci resta che attendere e sperare che l’intervento possa risolvere in giornata questo problema. Riteniamo che questa situazione sia grave, per la didattica persa, per i disagi creati alle famiglie ma soprattutto per le condizioni proibitive a cui sono stati sottoposti i nostri ragazzi.

È possibile, ci chiediamo, che non si riesca a stilare un elenco puntuale dei controlli di tutti gli impianti che vanno fatti negli Istituti, a pochissimi giorni dalla riapertura?

Condividi