CASALOTTI: Affidamento area verde in Via della Cellulosa

Torniamo a parlare di gestione del verde, in Via della Cellulosa. Questa volta però non stiamo parlando del “polmone verde di Casalotti” alias Parco della Cellulosa ma dell’area verde all’altezza del civico 57.

CSC Edoardo Antonelli

L’area di proprietà del Municipio XIII e, da quanto si legge sulla cartellone all’ingresso, è interdetta al pubblico per svolgimento di lavori di manutenzione straordinaria dal 29 Agosto 2019.

Non sappiamo se i lavori sono terminati, dato che il cartello è ancora lì, ma sappiamo che il Municipio è pronto ad affidare l’area tramite la consueta procedura di “manifestazione di interesse”.

Il cartello relativo ai lavori di manutenzione straordinaria

Lo scorso 2 Ottobre 2019 è stata pubblicata la D.D. CS/1287/2019 che approva l’avviso pubblico per la manifestazione di interesse all’adozione dell’area in questione (e del Parco Paparelli in Via Cornelia).

Ora ciò su cui vale la pena fermarsi a riflettere è: quanto è concretamente valido questo schema di affidamento? Una procedura basata principalmente sulla Delibera di Giunta Capitolina n. 207 dell’ormai lontano 9 Luglio 2014, quanti risultati concreti ha ottenuto? I soggetti adottanti sono soddisfatti?

Spieghiamo meglio.

Come abbiamo ribadito in più occasioni quanto la collaborazione Amministrazione con un soggetto adottante sia vitale per la gestione del verde, senza il contributo “privato” l’Amministrazione farebbe davvero fatica e questo è un dato di fatto.

E allora perché non mettere questo “privato” in condizioni più favorevoli nell’esercitare tale ruolo. Per capire meglio analizziamo alcuni aspetti dell’Avviso Pubblico.

LA DURATA DELL’AFFIDAMENTO

La durata è generalmente indicata nell’Avviso Pubblico e varia a seconda dei casi. Tre mesi prima della scadenza del termine l’Associazione affidataria ha l’obbligo di comunicare al Municipio l’intenzione di proseguire nell’affidamento oppure di voler abbandonare l’area.

Basti pensare al Comitato di Quartiere Torresina (di cui ci siamo occupati nei numeri 142 e 143 de Il Pungolo) che, seppur territorio del Municipio XIV, per cinque anni ha gestito il Parco di Torresina e dopo aver cercato, con le opportune tempistiche, un dialogo con le istituzioni per la modifica di alcune condizioni dell’affidamento non avendo avuto riscontro è stato costretto ad abbandonare il Parco che aveva curato e migliorato per cinque anni.

LE SPESE

Tornando a Via della Cellulosa, il testo dell’avviso pubblico prosegue indicando le consuete limitazioni. Infatti, all’adottante non è riconosciuto alcun importo economico e/o rimborso spese per le attività manutentive e le migliorie poste all’interno dell’area.

Nè sarà possibile “svolgere alcuna attività produttiva e/o remunerativa” pensata magari per rientrare quantomeno delle spese sostenute.

LA RESPONSABILITA’

Quello della responsabilità è forse l’aspetto più significativo. Infatti l’articolo 8 dell’Avviso Pubblico recita:

“[…] Il soggetto adottante è l’unico responsabile anche dei danni causati da eventuali ditte incaricate di lavori di manutenzione o espletamento di servizi per qualsivoglia danno ovvero infortunio cagionato anche a terzi“.

E ancora: “Il soggetto adottante è responsabile in termini di controllo, monitoraggio e comunicazione: di tutte le attrezzature e degli impianti a lui affidati […], del mantenimento in perfetta efficienza dei mezzi antinfortunistici previsti dalla normativa vigente.

A tale fine il soggetto adottante si obbliga a contrarre, con oneri a proprio carico e con adeguati massimali, polizza che assicuri il personale volontario contro gli infortuni[…], nonché per la responsabilità civile verso terzi per danni a persone e/o cose“.

Il tutto accompagnato da oneri sulla vigilanza nell’osservanza delle regole da parte di chi fruisce del parco.

In buona sostanza, più che di un volontariato si tratta di una dedizione totale in termini di tempo, forza fisica e soprattutto economica.

Ad ogni modo, il termine per la presentazione delle domande è scaduto da circa venti giorni ma non è stato ancora comunicato l’esito.

In caso l’affidamento andasse a buon fine, auguriamo al soggetto adottante di avere un percorso migliore di quello dei comitati dei Parchi di “Torresina”, “Cellulosa” e “Francesco Salerno”.

Condividi