DAI MUNICIPI: rilascio di certificati senza la prenotazione

Come comunicato sul portale online di Roma Capitale, i cittadini residenti e non residenti nella Città metropolitana di Roma potranno ottenere certificati anagrafici e di stato civile senza appuntamento presso i Municipi.

autoricambi palmarola

Dal 1 Ottobre 2019 sarà sufficiente recarsi presso gli uffici del proprio municipio di appartenenza, compilare il modulo preposto a seconda del certificato necessario e presentare un documento di identità.

I certificati che potranno essere rilasciati a vista sono:

  • Residenza
  • Stato di famiglia
  • Stato di famiglia per assegni familiari
  • Cittadinanza
  • Godimento diritti politici
  • Godimento storico diritti politici
  • Morte (solo per decessi avvenuti dopo il 1980)
  • Matrimonio – Unione civile
  • Nascita (solo per i nati o trascritti a Roma)
  • Stato libero
  • Certificato storico anagrafico individuale (dopo il 1981)
  • Vaccinazioni
  • Stato di famiglia AIRE (Anagrafe Italiani Residenti all’Estero)
  • Cittadinanza AIRE (Anagrafe Italiani Residenti all’Estero)
  • Residenza AIRE (Anagrafe Italiani Residenti all’Estero)
  • Certificato di esistenza in vita (può essere richiesto solo dall’intestatario o da persona delegata provvista di certificato medico)

Certificati cumulativi:

  • Residenza e cittadinanza
  • Residenza e cittadinanza AIRE (Anagrafe Italiani Residenti all’Estero)
  • Residenza e stato libero
  • Residenza, cittadinanza e stato libero per uso matrimonio
  • Residenza, cittadinanza, stato civile, nascita, diritti politici
  • Residenza, cittadinanza, stato civile, nascita, stato di famiglia, diritti politici
  • Nascita, residenza, vaccinazioni

ed inoltre:

  • Residenza del defunto al momento del decesso
  • Stato di famiglia al momento del decesso
  • Storico di famiglia in data
  • CILG – certificato iscrizione liste elettorali
  • Certificato negativo di residenza
  • CNP – certificato di nascita con paternità e maternità fino ai 13 anni di età
  • Certificato di stato libero alla data di emigrazione

Inoltre, sarà possibile richiedere autentiche, autocertificazioni e dichiarazioni di atto notorio, attestati di soggiorno temporanei e permanenti.

Rimane l’obbligo del pagamento dei diritti di istruttoria e segreteria, e dell’imposta di bollo, come per tutti i certificati rilasciati agli sportelli degli uffici municipali.

Ricordiamo invece che dal 31 gennaio 2019 è possibile ottenere gran parte dei certificati online e senza pagare alcuna imposta.

Condividi