SELVA NERA: Via D. Montagnana, il ripristino atteso da due anni

Ci risiamo, come ogni fine Settembre, ormai da due anni, ricordiamo agli amministratori locali dei transennamenti, tre per essere precisi, in attesa di ripristino su Via Domenico Montagnana.

Storie di campagna

Alcuni di questi sono dovuti ad eventi meteorologici avversi, uniti all’instabilità degli alvei dei fossi urbani. Altri sono dovuti a perdite o rotture dei collettori di scarico delle acque nere o chiare che passano di fianco ai fossi stessi.

Nel caso di Via Domenico Montagnana, nota purtroppo per i diversi episodi di sversamenti abusivi di rifiuti nella parte alta, sia il nostro Comitato che i cittadini sono stati più fiduciosi rispetto ad altre zone della periferia, perchè la riparazione delle tre rotture era stata oggetto di un affidamento con gara all’inizio di quest’anno.

Purtroppo però, nonostante la progettazione dettagliata, nulla si è più mosso e l’ultimo atto ufficiale disponibile rispetto a quest’opera è una DD intermedia, che stabilisce solo l’ammissione «alle successive fasi della gara» di tre Raggruppamenti Temporanei partecipanti, escludendo gli altri.

Il documento porta la data del 20 Marzo 2019, e l’importo di spesa da affidare è di 35.000 € Iva inclusa, relativo alla «Progettazione definitiva ed esecutiva, messa in sicurezza dell’asse viario di via Montagnana lato fosso Acquasona».

Si, lo sappiamo, per come è scritta anche noi abbiamo sperato che l’obiettivo fosse quello di rimettere in sesto tutto l’alveo del fosso lato Domenico Montagnana, invece leggendo lo studio di fattibilità, si capisce che l’incarico riguarda solo la «stabilizzazione di tratte di versanti […]»

Lo studio di fattibilità dov’è prevista la stabilizzazione solo di alcune “tratte”

In conclusione quindi: Via Domenico Montagnana versa in queste condizioni da oltre due anni, il ripristino riguarderà solo i tre piccoli tratti interessati dal cedimento, e neanche sappiamo se e quando questi piccoli tratti verranno ripristinati.

Condividi
Nato a Roma il 26 aprile 1984. Autore di diversi articoli a carattere urbanistico. Da maggio 2011 è il Caporedattore della testata.