Roma Decide: il Comune lascia ai cittadini la scelta degli investimenti

Al via il Bilancio Partecipativo 2019 di Roma Capitale: i cittadini e l’Amministrazione decidono insieme come investire i 20 milioni di euro a disposizione per quest’anno.

Storie di campagna

Il tema di quest’anno è la tutela del decoro urbano.

Dal 10 giugno al 15 luglio i residenti a Roma e coloro che in città studiano o lavorano possono presentare online, tramite questa sezione del portale, idee e progetti (massimo cinque) che valorizzino la bellezza e la fruibilità degli spazi urbani e delle aree verdi.

COME FUNZIONA

L’Amministrazione chiede ai cittadini di proporre interventi strutturati che rappresentino  un’idea organica di riqualificazione di un’area pubblica, una piazza, un parco, attraverso una serie coordinata di azioni che interessino più ambiti (verde, arredi urbani, illuminazione, accessibilità, mobilità alternativa etc.).

Le proposte di intervento sono pubblicate sul portale istituzionale di Roma Capitale e fino al 21 luglio raccolgono i sostegni dei cittadini.

Quelle che ottengono almeno il 5% dei like complessivamente ricevuti dai progetti che ricadono nello stesso Municipio sono ammesse alla fase successiva di valutazione da parte di un Tavolo dell’Amministrazione che ne esamina la fattibilità tecnico-finanziaria.

A ottobre il processo partecipativo si conclude con le votazioni finali online, che porteranno alla formazione di 15 graduatorie, una per ogni Municipio, e di un’ulteriore graduatoria di carattere intermunicipale.

I PROGETTI PRESENTATI NEL TERRITORIO

Ad oggi, nel nostro territorio, sono stati presentati diversi progetti.

VAI ALL’ELENCO COMPLETO

Come Comitato di Quartiere abbiamo deciso di sostenere:

Il Progetto del Parco presentato dal Comitato Valle Santa
  • la proposta del Comitato Valle Santa, per la realizzazione del Parco Valle Santa nell’area del Piano Particolareggiato destinata appositamentea questo scopo. Il progetto è stato realizzato dall’Architetto Carmelo Arcoraci [Per non sbagliare controllate l’autore è carA947 e l’importo previsto è di circa 600.000€];
Le attuali condizioni dell’area giochi del Parco Francesco Salerno
  • la proposta, realizzata dal nostro Comitato di Quartiere, per la Riqualificazione del Parco Francesco Salerno, ma limitatamente all’area del parco giochi, poichè riqualificare tutto il Parco, senza una proposta di affidamento, non avrebbe senso [Per non sbagliare l’autore è giuS632 e l’importo previsto è di 30.000€];

CONCLUSIONI

Dal mio personale punto di vista, non posso essere soddisfatto che la scelta degli investimenti venga lasciata ai cittadini, per due motivi:

  1. La comunità meglio organizzata e più numerosa porta a casa più risorse, a scapito della comunità meno organizzata o semplicemente meno numerosa;
  2. L’impegno dell’Ufficio Tecnico, che sentiamo dire da anni essere sotto organico, sarebbe concentrato su progetti che, nella maggior parte dei casi, risulteranno non fattibili, con un enorme spreco di tempo e risorse.

Inoltre, con la scusa che saranno stati i cittadini a decidere, si perde la capacità di un’amministrazione pubblica di metterci la faccia e di fare delle scelte per lo sviluppo del proprio territorio.

L’obiettivo primario dovrebbe esser quello di far recuperare alla periferia lo squilibrio di servizi che può offrire rispetto alla città consolidata.

Vorremmo ricordare agli amministratori locali che i quartieri oltre il G.R.A. non hanno ancora una biblioteca, non hanno un parco giochi pubblico fruibile, strade senza marciapiedi, fermate del bus senza banchine e chi più ne ha più ne metta, e solo per il tema del Decoro Urbano di questa edizione di #ROMADECIDE.

Condividi
Nato a Roma il 26 aprile 1984. Autore di diversi articoli a carattere urbanistico. Da maggio 2011 è il Caporedattore della testata.