Festa di Santa Gemma: un evento in costante crescita

Ragazzi e famiglie a perdita d’occhio, questa l’immagine che si è trovato davanti chi è riuscito a raggiungere Piazza del Castello di Porcareccia per prendere parte alla festa della Santa Patrona.

autoricambi palmarola

Un calendario denso di appuntamenti iniziato Giovedì 6 giugno con il Triduo in onore di Santa Gemma e conclusosi domenica con la processione per le vie del quartiere la banda ed i fuochi d’artificio, ma non solo.

Ogni sera la messa è stata presieduta da un parroco delle parrocchie vicine: Giovedì d. Lulash, venerdì d. Cristoforo Dudala e sabato d. Federico Tartaglia.

Questa bella iniziativa, voluta da Padre Aurelio D’Intino, ha l’obiettivo di creare sempre più comunione e fraternità tra i sacerdoti della zona.

Padre Aurelio D’Intino, parroco di Santa Gemma, durante la processione

La messa delle 17.30 di Domenica invece si è conclusa con la processione e l’ostensione  della Santa per le strade del quartiere, accompagnati dalla Banda musicale di Fiano Romano.

Un momento di raccoglimento per tutti i fedeli, molti dei quali si sono alternati nel compito di portare il baldacchino della Santa sino alle soglie del Parco della Cellulosa e poi di nuovo sino alle porte della chiesa.

Tante sono state le persone che hanno voluto porgere un omaggio, anche solo con un saluto dai loro balconi.

I MOMENTI LUDICI

Ma oltre ai momenti liturgici, ci sono stati anche tanti momenti ludici, concentrati principalmente la sera: Show man, spettacoli teatrali, scuole di danza, band musicali e persino un raduno di auto e moto si sono intervallati in questi quattro giorni di festa.

La serata “Sold Out” di Domenica 9 Giugno

Tuttavia non è stato solamente il palco ad animare la festa, bensì un connubio ben architettato tra eventi per i più grandi, bancarelle con le attività dei cittadini di Casalotti e tante giostre per i più giovani.

Giovedì 6 ha aperto la serata l’Accademia delle Star per poi proseguire con lo spettacolo teatrale “Frammenti d’autore” eseguito dagli allievi del laboratorio teatrale Il segno delle Emozioni.
Venerdì 7 la serata è iniziata con l’esibizione dei ragazzi dell’associazione Tutti giù per terra ed è continuata con la scuola B Evolution per concludersi con il cabaret di Gabriele Marconi.
Sabato 8 è stato caratterizzato dall’esibizione della scuola Stile Danza e dal concerto di Francesco Capodacqua e la sua band.
La serata finale di Domenica 9 ha visto protagonisti MAX con la sua scuola di musica e l’orchestra spettacolo Vincenzi e si è conclusa con lo spettacolo pirotecnico eccezionale di Alberto Agretto.

L’Orchestra Vincenzi durante l’esibizione dell’ultima serata di Festa

Anche la cucina, ben strutturata dai volontari della parrocchia durante i quattro giorni di festa, ha contribuito alla buona riuscita dell’evento.

Un grazie speciale quindi va a Padre Aurelio che ha permesso che tutto ciò prendesse vita, senza dimenticare però tutti coloro che si sono messi a disposizione per la riuscita della festa e appuntamento al prossimo anno, con l’arduo compito di migliorare quanto fatto in questa edizione.

Condividi