SELVA CANDIDA: la mancata raccolta in Via Rita Rosani

Più volte ci siamo occupati della questione immondizia, in particolare delle discariche abusive di Via Domenico Montagnana, Via Benedetta Ciaccia o Via Boccea.

Mentre le discariche abusive nascono dall’inciviltà ci sono altre situazioni critiche che nascono dal malfunzionamento della raccolta porta a porta.

Spesso accogliamo segnalazioni di cittadini che lamentano la mancanza di puntualità nella raccolta da parte di Ama creando delle vere e proprie discariche davanti le case di cittadini regolarmente censiti.

E’ il caso di una segnalazione che ci è arrivata questa mattina da una residente di Via Rita Rosani in cui l’immondizia non viene raccolta da giorni. Al nostro arrivo troviamo un cumulo di spazzatura che sommerge anche gli stessi cassonetti.

Le particolari dimensioni ridotte della strada hanno fatto sì che i contenitori riservati alla raccolta porta a porta fossero posizionati su strada.

Proprio per questo vengono indebitamente utilizzati anche da abitanti di strade limitrofe, aumentando esponenzialmente la quantità di immondizia rispetto alle capacità di contenimento dei secchi.

Tante sono le situazioni in cui i contenitori destinati alla raccolta porta a porta sono posizionati su strada e il loro essere “a disposizione di tutti” fa sì che alcuni cittadini, per non vedere immondizia accumulata davanti la propria porta, la gettino altrove.

Dato che confidare nel buonsenso e sperare in una raccolta più efficiente da parte di Ama sembra non sia abbastanza, quale soluzione concreta è possibile trovare per eliminare questo problema?

Condividi