SELVA NERA: A che punto siamo con il collettore di Via Mezzenile?

Una porzione dell'intervento privato n. 5 del PRU Palmarola Selva Candida

Ce ne eravamo occupati poco più di due anni fa, in occasione dell’emanazione dell’Ordinanza Sindacale n. 47/2017 in cui il Sindaco di Roma ordinava di «porre in atto ogni intervento necessario al ripristino del corretto funzionamento della rete di fognatura a servizio degli insediamenti situati lungo via di Selva Nera, tra via Argentera e via di Boccea»

Del mancato funzionamento di questo importante collettore fognario (perchè l’opera effettivamente esiste), se ne era occupata anche l’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) nella Delibera n. 1169 del 12 Dicembre 2018, che riguardava in generale i mancati completamenti delle opere dei Programmi di Recupero Urbano del nostro territorio.

Ma ad occuparsene, visto che il Comune di Roma a due anni dall’emanazione della sua stessa Ordinanza Sindacale non ha ancora risolto il problema, sono stati anche i cittadini, che hanno chiesto delucidazioni agli uffici municipali.

Via Mezzenile
Il Collettore dell’Intervento privato n. 5 del P.R.U. con esito in Via Mezzenile (In Verde)

Gli uffici (il Servizio II – Ufficio Urbanizzazioni Primarie del Municipio Roma XIV) rispondono ad un cittadino che il Dipartimento SIMU (Sviluppo Infrastrutture e Manutenzione Urbana) ha dato incarico ad Acea Ato 2 S.p.a, quale gestore del Servizio Idrico Integrato, di «provvedere alla progettazione e all’esecuzione delle opere necessarie al ripristino della rete fognaria».

Fino ad oggi però (perchè la risposta degli uffici è dello scorso 12 Aprile) la situazione è ancora immutata, con tutte le conseguenze che il mancato funzionamento di un impianto fognario porta con se.

Condividi