VIA BOCCEA: una speranza per caditoia e marciapiede?

I lavori per l’ampliamento delle rete Italgas, partiti la scorsa estate, non sono del tutto terminati e l’area di cantiere ospita ancora le “grandi camicie” che proteggeranno la nuova rete.

L’intervento prevede infatti l’attraversamento del Rio Galeria, all’altezza dell’incrocio del “Dazietto” e l’allaccio della nuova linea alla cabina Italgas di Via Boccea, quella presente qualche centinaio di metri prima dell’incrocio con Via di Selva Nera.

Dal nostro canto, avevamo avvisato l’amministrazione sull’eventualità di prevedere la realizzazione del marciapiede già dalla scorsa estate, ma senza ottenere alcun riscontro.

Icon

Verbale Commissione Capitolina LLPP - 2018 07 26

Il testo del verbale della Commissione Capitolina Lavori Pubblici del 26 Luglio 2018...

Lo abbiamo ribadito anche nella Commissione Lavori Pubblici Capitolina dello scorso 26 Luglio 2018, in cui sottolineavamo la necessità di realizzare almeno la caditoia per le acque meteoriche, evitando così i continui episodi di allagamento in quel tratto alle prime gocce di pioggia.

Nella stessa commissione abbiamo anche evidenziato come durante la realizzazione degli stalli di fermata su Via Boccea (opera tralaltro non ancora terminata), qualche genio abbia tappato l’unica caditoia per le acque meteoriche presente.

Niente, ad oggi non abbiamo ricevuto alcuna risposta.

Il tratto provvisoriamente instradato per la raccolta delle acqua piovane

Intanto, con un po’ di buon senso, è stato instradato il percorso delle acque meteoriche, nel tratto oltre il ponticello di Via Boccea direzione Valle Santa.

Quest’opera, più che mai utile ma allo stesso tempo provvisoria, andrebbe strutturata ed ampliata, così da poter quantomeno risolvere il rischio allagamenti.

E con una dose ulteriore di buon senso, visto che il cantiere ha ripulito i margini stradali della Via Boccea, lasciando libera una porzione che va dal metro e mezzo ai due metri, si potrebbe realizzare anche il marciapiede.

Il margine della Via Boccea ripulito in occasione dei lavori Italgas

Siamo certi che i proprietari delle particelle interessate sarebbero ben disponibili a contribuire alla riqualificazione ed al miglioramento delle condizioni di sicurezza in quel tratto, che oggi si presenta, tra le altre cose, anche sprovvisto di illuminazione.

Restiamo a disposizione dell’Amministrazione, come sempre, per contribuire alla risoluzione di questa problematica e migliorare le condizioni della nostra periferia, sempre che ve ne sia l’intenzione.

Condividi
Nato a Roma il 26 aprile 1984. Autore di diversi articoli a carattere socio-economico. Da maggio 2011 è il Caporedattore della testata.