CINEMA: 35MM – L’abbiamo fatta grossa

Torna l’appuntamento con 35MMrubrica del Pungolo dedicata all’approfondimento cinematografico. Ogni venerdì a cadenza quindicinale vi presenteremo una pellicola in programmazione nelle sale italiane.

Storie di campagna

Per il 43° numero vi proponiamo la pellicola “L’abbiamo fatta grossa”. La nuova commedia dell’attore e regista Carlo Verdone, che in questa occasione è in coppia con Antonio Albanese.

TRAMA

Yuri Pelagatti (Antonio Albanese) è un attore di teatro squattrinato, in grande difficoltà a causa della sua condizione coniugale. La moglie lo lascia e questa situazione si riversa anche sul lavoro tanto che non riesce più a recitare.

Per tale motivo si rivolge ad un investigatore privato, per scoprire se sua moglie abbia una relazione con l’avvocato che sta sbrigando le loro pratiche di separazione.

Arturo intento a discutere con Yuri

Yuri si imbatte in Arturo Merlino (Carlo Verdone), un ex carabiniere che ora si dedica ad indagare privatamente su piccoli casi. Arturo vive con la vecchia zia Elide (Virginia de Brescia), racconta a tutti che in realtà si occupa di situazioni pericolose e complicate.

L’imbranato investigatore comincerà ad occuparsi di Carla (Clotilde Sabotino), la moglie di Yuri. Un grande equivoco ribalterà completamente la situazione. Questo legherà per molto tempo la strana coppia formata da Yuri ed Arturo.

RECENSIONE

Carlo Verdone torna dopo due anni sul grande schermo come attore, sceneggiatore e regista. Si fa affiancare in questa avventura da Antonio Albanese. Una sfida azzardata se consideriamo il grande peso di Verdone, che si fa sempre protagonista delle sue creature cinematografiche.

La pellicola nei primi minuti fa fatica a partire, non si impone subito, l’approccio risulta anche troppo garbato.

Successivamente l’incontro tra Verdone e Albanese produce quello che tutti ci aspettiamo. Il film parte e procede bene, i due si incastrano e lo spazio è equamente distribuito.

L’intreccio narrativo è presente e si avverte che la scrittura alle spalle richiama un Verdone d’altri tempi.

Arturo e Lena

Basta con le problematiche che affliggono l’uomo moderno, basta con la depressioni e le famiglie che si frantumano. “L’abbiamo fatta grossa” è una storia simpatica che disegna due personaggi con peculiarità ben precise. Si avverte una nota di fantasia che tuttavia non sconfina mai nell’impossibile, Verdone lascia sempre lo spettatore con i piedi per terra. Questo fa funzionare la commedia.

Tanti aspetti di Carlo Verdone degli anni ottanta sono richiamati nella pellicola. Il suo personaggio è un mix di espressioni e modi di fare dei suoi colossi del passato. In alcuni passaggi è impossibile non ridere fragorosamente. Interpreta un uomo che nonostante i fallimenti, sempre cauto e timoroso, non si tira indietro ad affrontare nuove avventure. L’incontro con Yuri darà lui la possibilità, anche se in situazioni complicate, di agire d’istinto e senza troppi condizionamenti.

Forse anche lo stesso Carlo Verdone, attraverso il sodalizio con Antonio Albanese, è riuscito a ritrovare quella spensieratezza narrativa tuttavia sempre carica di significato.

Arturo e Yuri cercano di recuperare i soldi

Antonio Albanese si cala benissimo nella parte di Yuri, è totalmente all’opposto di Arturo. Questo elemento forse, li fa ben convivere.

Albanese dimostra una grande come sempre grandi capacità , che si esprimono anche in situazioni non drammatiche. Il suo personaggio è caratterizzato da una vena fantasiosa che cela tratti malinconici. L’attore lombardo veicola bene il suo Yuri anche attraverso una spiccata espressività.

GIUDIZIO FINALE

La pellicola è una commedia che brillantemente affianca due grandi interpreti. Essi riescono a coadiuvarsi bene, Verdone lascia molto spazio ad Antonio Albanese, il quale non deve soccombere a nessuno.

Il film si conclude non banalmente, riuscendo nella parte finale ad introdurre un ulteriore tematica.

Una dimostrazione evidente della capacità di Verdone nel mettersi sempre in gioco e fortunatamente di rinnovarsi, sperando che non abbandoni questa nuova strada che ha iniziato a percorrere.

VOTO FINALE: 7/10

Condividi