RADIO VATICANA: Rimosse le prime quattro antenne

Ha tutta l’aria di essere una giornata storica, se non per l’emittente radiofonica della Santa Sede almeno per i cittadini residenti nell’area di Cesano e dei comuni limitrofi a Santa Maria di Galeria: solo qualche giorno fa sono state rimosse le prime quattro antenne di Radio Vaticana, quelle, nello specifico, responsabili delle trasmissioni in onde medie. Una “svolta” attesa ormai da diverso tempo, da quando nel luglio del 2012 il Vaticano per bocca del direttore della Sala Stampa e della stessa Radio, Padre Federico Lombardi, ne aveva annunciato la progressiva dismissione: «[…] tenuto conto della vasta accessibilità dei suoi servizi tramite le ritrasmissioni radio locali, regionali o nazionali, e tramite il Web e alcuni canali satellitari […] ridurrà l’impegno delle trasmissioni con le tecnologie tradizionali delle Onde Corte e delle Onde Medie, trasferendo così risorse in nuove direzioni».

CSC Edoardo Antonelli

Una giornata sognata da anni che il portavoce del Comitato Bambini senza Onde, Augusto Rossi non fatica a definire storica: «E un giorno fondamentale. Dopo anni di lotta nei tribunali e tra le persone. E’ un momento di gioia».

Un intervento questo che non può che considerarsi  propedeutico alla completa “bonifica” dell’intera area per la quale non esiste però un iter di rimozione universalmente noto: «Ci auspichiamo che nei prossimi giorni ci sia una comunicazione ufficiale della Radio Vaticana che descriva il piano di smantellamento e satellizzazione dell’intero impianto. Crediamo non sia una richiesta impossibile, ma riteniamo che sia dovuta a chi ha sofferto a causa dell’inquinamento elettromagnetico provocato, senza ombra di dubbio,  dall’impianto, condannato in passato dai tribunali competenti»ha dichiarato a Il Pungolo Augusto Rossi.

Condividi