ROMA CAPITALE: Approvata l’anagrafe pubblica sui rifiuti

Nella seduta pubblica dell’11 Febbraio scorso, è avvenuta l’approvazione del nuovo spazio informativo denominato Anagrafe pubblica relativa alla raccolta, al recupero, allo smaltimento e agli impianti dei rifiuti solidi urbani con delibera 1 del 2014 da parte dell’Assemblea Capitolina.

Storie di campagna

Di fatto nella delibera viene constatato che “il più grave problema relativo all’intero ciclo dei rifiuti solidi urbani è la mancanza di trasparenza e di controlli […] La disponibilità di dati certi e aggiornati è indispensabile per l’avvio di ogni politica di costruzione di un ciclo virtuoso di rifiuti. Roma Capitale e la Regione Lazio impegnano ingenti risorse finanziarie per il riciclo e per il trattamento negli impianti ma nessuno conosce effettivamente come lavorano e dove finiscono i prodotti finali”. Così, per risolvere il problema citato, viene istituito e approvato all’unanimità un nuovo spazio informativo che renderà pubblica tutta la filiera dei rifiuti e la quantità raccolta degli stessi sul territorio di Roma Capitale, con la relativa suddivisione in percentuale delle varie modalità di smaltimento.

Inoltre, è prevista una sezione che renderà pubblici, ogni sei mesi, i dati relativi ai vari impianti che si occupano di differenziare o smaltire in altro modo (inceneritori, discariche o impianti specializzati per il trattamento e il recupero). Si avrà anche la possibilità di sapere le tariffe per tonnellata del trattamento dei rifiuti e le situazioni debitorie dell’AMA nei confronti delle aziende pubbliche.

Tutto questo sarà disponibile in un’apposita sezione del sito istituzionale di Roma Capitale.

Restiamo in attesa

La delibera in questione
Condividi
Nato il 22 Giugno 1993. Redattore de' Il Pungolo da Febbraio 2013, autore di articoli a carattere urbanistico e ambientale.