VIA BOCCEA: Il punto sull’allargamento

Questa mattina, alle ore 11.30, si è svolto un incontro fra i cittadini, le associazioni del territorio, i tecnici e le istituzioni, per fare il punto sull’allargamento della Via Boccea.

Quello che è emerso, dopo la spiegazione delle due archeologhe della sovrintendenza, è che nella parte bassa (ovvero per intenderci quella che da Via di Casalotti porta alla Via Boccea, passando alle spalle del nuovo benzinaio) i sondaggi archeologici sono ad uno stato avanzato, mentre la parte antistante la ASL, sempre su Via Boccea, è ancora in una fase intermedia, data la mole dei ritrovamenti emersi.

Una volta terminato l’iter della Sovrintendenza, come ha spiegato L’Ing. Pellegrini, i ritrovamenti verranno sovrapposti al progetto da lui stesso realizzato, per verificare le compatibilità realizzative.

Il tutto dovrebbe portare, secondo l’Ingegnere ed anche secondo l’Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Roma Capitale, ad una consegna auspicabile entro i prossimi due anni.

Ovviamente non si può nascondere il disagio dei cittadini di fronte all’ipotesi di veder ancora slittare la realizzazione di quest’opera nel tempo. Ma come hanno ben spiegato, durante il loro intervento, le due archeologhe della sovrintendenza, determinati processi burocratico amministrativi, di fronte ad un ritrovamento, tralaltro anche abbastanza importante per il nostro territorio, sono obbligatori.

Aggiorniamo quindi le date di scadenza, augurandoci però che almeno queste, stavolta, siano rispettate.

Condividi