S.CANDIDA: PARCO GAVERINA RIPULITO DALLA BOSCAGLIA

Gli abitanti di Selva Candida possono tirare un sospiro di sollievo, perché a distanza di molti mesi, il parco adiacente via Gaverina è stato ripulito dalla boscaglia.

Storie di campagna
Un cestino finalmente vuoto

Da tempo, i cittadini della zona si lamentavano dello stato di abbandono in cui era ricaduto il giardino: i giochi per i bimbi erano sommersi dalle erbacce tra cui potevano nascondersi animali indesiderati, i cestini della spazzatura erano pieni fino a scoppiare e sempre senza sacchetto e uno stato generale di degrado la faceva da padrone nell’area ormai da molti mesi.

E con l’imminente arrivo del caldo estivo, era questione di giorni che la situazione potesse solo aggravarsi. Fortunatamente intorno alla fine di aprile, il parco è stato ripulito dalle erbacce ed ha ritrovato un aspetto accettabile. Ma è possibile che il parco venga ripulito solo i determinate occasioni, tramite un intervento privato?

L’ufficio giardini è l’organo preposto alla manutenzione di tali aree, ma data la mancanza di fondi non ha interesse a prendersi in carico il parco, che quindi resta in un posizione di stallo tra il costruttore che non ne riconosce più la paternità e l’amministrazione che non vuole sentire ragioni a causa dei soliti problemi economici.

Intanto a farne le spese sono i cittadini, che per la gran parte dell’anno godono più che di un parco, di un’oasi per zanzare, erbacce e degrado.

Quando l’amministrazione si ricorderà che tra i suoi primi doveri vi è quello della tutela del cittadino? Una tutela a 360 gradi, che non può esentarsi dal rendere fruibile una delle poche aree verdi attrezzate del quadrante.

 

 

Condividi