CASALOTTI: PRIMA EDIZIONE ‘CANTA IN CORO’

Sabato 9 Febbraio l’Associazione Cuturale ‘Le Muse’ ha dato vita presso Parco dell Cellulosa, alla manifestazione Canta in Coro, un’esibizione di oltre 100 bambini delle scuole elementari e medie del nostro territorio.

Newsletter Pungolo
L'eccezione risposta del pubblico all'iniziativa 'Canta in Coro'

Sfidando il freddo di una rigida giornata di fine inverno genitori , maestri, cantanti e bambini si sono dati appuntamento al vecchio garage, sottostante la biblioteca che, per un giorno, ha fatto da palcoscenico. A quell’ora del pomeriggio, una gamma di vibrazioni di luci e colori filtrava tra il verde degli eucalipti contribuendo in modo del tutto gratuito e naturale alla scenografia. Nessun giardiniere era stato chiamato, nessun elettricista: persino le luci al neon esistenti sono state dimenticate spente e il calore delle grandi stufe accese, quelle sì, si è mescolato pian piano a quello delle voci delle persone convenute puntualmente messe a cornice di un arcobaleno dipinto e da file di palloncini colorati. I 180 mq del locale non sono stati sufficienti a contenere il pubblico intervenuto oltre ogni previsione a questa manifestazione. Quando le note musicali hanno cominciato a farsi udire e le voci dei bambini a cantare, saliva la temperatura e dimenticavamo il freddo. I maestri, Alessandro Valentini e Manuela Nobili, hanno magistralmente preparato in pochissimo tempo i bambini di scuola elementare e media, con brani scelti e significativi:  dai famosi  W La Pappa col Pomodoro e Guantanamera a Rispetta le regole e Streghe sulla terra  di sapore ecologico. Il maestro Federico Cacioni ha diretto dal vivo i piccoli cantori mentre Gian Carlo Mattiacci,che ha ideato e organizzato l’evento, ha accompagnato con il contrabbasso la musica dal vivo .

Per il coro finale, tutti i bambini hanno cantato We are the world  perchè l’ idea di questa manifestazione era nata appunto dall’ascolto del famoso brano di M. Jackson, che aveva avuto l’idea di riunire le più celebri star della musica pop in un grande unico coro. Così è stato anche alla Cellulosa, senza le grandi stars ma con i bambini, preparatissimi, attentissimi ai loro maestri, educati e pieni di brio. Le voci soliste sono state quelle di Federico Cacioni e della cantante Lucia Mita, intervenuta per l’occasione e alle quali, in un crescendo festoso ed emozionante, si sono aggiunte le voci di tutto il pubblico che conosceva a memoria le parole . Tra un’esibizione e l’altra è stata data la possibilità ai bambini di ‘firmare’ con disegni e/o parole, la loro idea sui brani cantati; i piccoli artisti si sono messi all’opera con pennarelli e matite colorate, riempiendo gli spazi delle lavagne approntate allo scopo. I fogli con le impressioni buttate giù alla svelta e a caldo rimarranno patrimonio dell’archivio dell’Associazione Le Muse, che ha intenzione di svolgere altre manifestazioni artistiche di vario genere e con la scopo di far intervenire gruppi diversi.

Doverosi ringraziamenti vanno a tutte quelle persone, la cui partecipazione, ha reso possibile lo spettacolo: sponsor, insegnanti e ospitanti, oltra ai maestri di musica, (che hanno accolto l’invito a partecipare), ai genitori che hanno accompagnato i bambini, a Virgilio Maiarelli che ha scattato le foto e montato la scenografia e a Patrizia Raspanti che l’ha dipinta.

 

 

 

 

 

Condividi