PALMAROLA: Pronto il Semaforo su Via Casal del Marmo

La settimana di pioggia appena conclusa ci ha lasciato un territorio seriamente provato, soprattutto dal punto di vista della viabilità, con crateri, voragini ed una quantità di buche tale da fare invidia ad una città in guerra.

Storie di campagna

In questa situazione il traffico ne ha ovviamente risentito, come ne hanno risentito i singoli proprietari delle autovetture che, a decine, abbiamo incontrato fermi ai lati della strada a sostituire le ruote.

Stando alle previsioni meteorologiche ci aspetta un’altra settimana di pioggia ma, oltre alle problematiche consolidate, in questa settimana c’è un’altra novità: è pronto il nuovo semaforo pedonale su Via Casal del Marmo, altezza Largo Codogno.

il pulsante per la chiamata del semaforo

I lavori per l’installazione del nuovo semaforo erano iniziati lo scorso 8 Novembre e si sono effettivamente conclusi lo scorso Venerdì. Potrebbe anche esserci quindi un piccolo periodo di collaudo, ma la sua messa in opera definitiva è abbastanza imminente.

Questo semaforo è il secondo che viene installato in periferia nel giro di un anno.

Il primo, più che installato diremmo riattivato, è quello tra Via Riserva Grande, Via Casorezzo e Via di Selva Candida.

Un semaforo che ha generato diverse polemiche, sia per la scarsa pericolosità dell’incrocio percepita dai residenti, sia perchè il traffico che si è generato ha quadruplicato i tempi di percorrenza in quel tratto.

Inoltre, se partirà il Piano di Recupero di Selva Candida (Complesso ex Alitalia, per intenderci), quel semaforo sparirà ed al suo posto arriverà una rotonda.

Questo nuovo semaforo però è leggermente diverso, almeno nelle premesse, dal primo.

Il suo funzionamento “a chiamata” dovrebbe avere un peso ridotto sul traffico.

Insistiamo con il “dovrebbe” però, perchè ad oggi Via Casal del Marmo, in assenza del collegamento tra Via Casorezzo e Via Esperia Sperani ed in assenza della Bretella Cremolino – Casal del Marmo, rappresenta l’unica alternativa per raggiungere il Grande Raccordo Anulare o le stazioni FL per tutti gli abitanti di Selva Candida e Selva Nera.

Via Inzago riparata dopo 15 giorni

Inoltre, visti i continui disagi che investono le strade di accesso alla Casal del Marmo, come ad esempio Via del Fosso di Santo Spirito o Via Inzago, quest’ultima oggetto dell’ennesima riparazione che ha impedito il passaggio del TPL per quindici giorni, anche un semplice semaforo pedonale a chiamata, può peggiorare ulteriormente i tempi di percorrenza.

Staremo a vedere

Condividi