SELVA CANDIDA: palo dell’illuminazione incidentato, rimosso e non sostituito

La sicurezza stradale, soprattutto in periferia, non è certo un cavallo di battaglia. Buche, voragini, assenza di marciapiedi, di banchine per le fermate, di illuminazione pubblica. E quel poco che c’è, anziché mantenerlo, sparisce.

Storie di campagna

È il caso di un palo dell’illuminazione pubblica letteralmente scomparso da Via della Riserva Grande, fronte civico 180.

Un residente ci ha informato che circa 3 mesi fa il palo è stato colpito da un’auto, in occasione di un incidente stradale, e che per diverse settimane è rimasto accartocciato ai margini della carreggiata.

Una mattina alcuni operai sono passati, hanno tolto il palo, ne hanno chiuso il basamento con dell’asfalto, e non si è saputo più nulla.

L’asfalto a chiusura del basamento

Quel che è certo è che quel palo illuminava un attraversamento pedonale importante, perchè indispensabile a tutti i ragazzi che abitano nel comprensorio di quattro palazzine del PdZ B16 Selva Nera, per raggiungere le fermate del Tpl.

Ci era già accaduto un episodio simile su Via di Santa Seconda a Casalotti, dove erano stati rimossi due pali dell’illuminazione pubblica e non erano più stati reintegrati. Ci abbiamo messo tre mesi, con segnalazioni PEC ed articoli, per far ripristinare il tutto.

Ora puntiamo a raggiungere lo stesso risultato, non fosse altro perchè ogni singolo palo dell’illuminazione, in periferia, è una conquista, un piccolo passo verso la civiltà ed una  sensazione in più di sicurezza.

Vi terremo informati.

Condividi