CASAL SELCE: Compostaggio, terzo incontro del Processo Partecipativo

Compostaggio

Ancora insieme Cittadini e Associazioni lo scorso 16 Novembre al Parco della Cellulosa, per il terzo incontro del Processo Partecipativo sull’impianto di compostaggio di Casal Selce.

Nuovo incontro, stessi problemi.

La terza tappa, come programmato della società Ascolto Attivo, organizzatrice del Processo Partecipativo, consisteva in una “Cabina di Regia” per l’allestimento di una mostra sull’impianto stesso che si terrà a conclusione del Processo.

Come oramai di routine, però, gli interventi dei Cittadini hanno portato alla luce le numerose problematiche presenti sia per l’area di Casal Selce che per le altre aree individuate (Maglianella ed Ex Raffineria). Problemi che, come noto anche da documentazione ufficiale, spaziano dal rischio di allagamento alla vicinanza con le abitazioni.

Forse siamo finalmente arrivati al punto in cui Chi di dovere capisca che chiedere ai Cittadini di cercare aree alternative non è stata poi una mossa vincente.

Nonostante si siano dimostrati sempre disponibili nel cercare di trovare una soluzione, infatti, è chiaro che le competenze, gli studi, gli strumenti e le tempistiche necessari per l’individuazione di un’area in cui realizzare un’opera pubblica di 20-25 milioni non appartengono ai Cittadini. 

Ad ogni modo, volendo cercare una nota positiva in questa terza tappa, è stato sicuramente stimolante l’intervento della AIC (Associazione Italiana Compostaggio): una libera Associazione che promuove l’utilizzo di risorse ricavabili da materiali organici tramite impianti di piccola taglia, praticamente a Km0.

Una realtà interessante che non distoglie però i Cittadini dalla domanda che si ripetono ormai da mesi: “perché un impianto di tale grandezza in una zona che, oltre ad essere urbanisticamente vincolata, ha già dato tanto al Comune di Roma?”

Infine, dopo tre ore di discussione sul tema “localizzazione”, ben poco si è concluso per l’organizzazione della mostra proposta da Ascolto Attivo. Ecco perché il calendario di incontri precedentemente comunicato si intende sospeso, quindi il quarto incontro del processo partecipativo è rinviato a Dicembre, data da destinarsi.

Condividi