IL FERMACARTE: Ciò che stringi nella mano destra ti appartiene – Pascal Manoukian | 66th and 2nd

Ciò che stringi nella mano destra ti appartiene

Ciò Che Stringi Nella Mano Destra Ti Appartiene era arrivato da un po’, nella “sequenza” di lettura ne avevo altri prima ed hanno avuto tempo e modo di anticiparmi nell’approcciarlo il mio compagno e mio padre.

Per entrambi (solitamente abbastanza pretenziosi) è stato uno dei libri più belli letti nell’ultimo anno. Quando sono arrivata al suo cospetto quindi avevo un’aspettiva altina, ovvio. 

Una sera è toccato a lui e sono entrata nel mondo di Karim e Charlotte, due giovani sposi residenti a Parigi in attesa del loro primo figlio.  

Charlotte è nata in una famiglia di armeni cristiani mentre il suo amato Karim da algerini musulmani ma la loro intelligenza emotiva va ben oltre e l’unico interesse che hanno è amarsi, stare bene e vivere felici. Abbattendo ogni sciocca barriera mentale che ghettizza, figlia di assurdi stereotipi.

Una sera Charlotte va a cena fuori con delle amiche, allo Zebù Blanc. Ed è lì che la sua vita finirà per mano di due kamikaze che kalashnikov in mano apriranno il fuoco all’impazzata su tutti i tavolini del locale seminando il panico fino al silenzio tombale.

La vita di Karim con la duplice perdita si spezza per sempre e ad aumentare l’incapacità di comprensione dell’accaduto e del gesto fatto dai due terroristi è il fatto che ben presto Karim scopre che uno di loro era un suo compagno di classe delle elementari. Aurélien. 

La vendetta diventa il suo scopo di vita e inizia il fin troppo semplice percorso per entrare in contatto con una cellula dell’Isis e farsi reclutare. Attraverserà il Belgio, la Turchia fino ad arrivare alla devastata Siria. Ciò che resta impresso sono gli incontri che Karim fa durante il suo viaggio, i rapporti, le cause che li portano a vivere situazioni che per noi sono assurde ma dove si può arrivare con un semplice clik.

La maestrìa con la quale l’autore mette a nudo dei meccanismi col quale l’Isis ancora sta in piedi, come racconta velatamente di come i bambini prendo dimestichezza con la crudeltà, lo stato delle donne… è disarmante. A quanto pare avevano ragione i due di cui sopra, un libro bellissimo!

www.rocknread.it

Condividi