SELVA CANDIDA: Semaforo, guasto o sperimentazione finita?

Semaforo

È da ieri mattina che il semaforo che regola la viabilità nell’incrocio tra Via di Selva Candida, Via della Riserva Grande e Via Casorezzo, e attivato dalla pubblica amministrazione lo scorso Gennaio 2018, non risulta essere attivo.

Non è chiaro se il motivo di tale inattività sia dovuto ad un malfunzionamento, considerato che anche il semaforo pedonale a pochi metri di distanza, su Via di Selva Candida, dovrebbe essere spento, oppure se è finita la sperimentazione e si è deciso di disattivarlo, ma in questo caso nessuno ha comunicato niente a riguardo.

Per tali ragioni non sappiamo dire se, ed in caso tra quanto tempo, il semaforo verrà riattivato, ma quel che è certo è che il traffico nel quadrante è sparito.

Se pure la previsione di un semaforo a tre tempi era l’unico modo per dare un significato reale all’impianto (per i motivi che spieghiamo qui), le ripercussioni sul traffico sono state eccessive rispetto a quelli che sarebbero dovuti essere i benefici di poter svoltare su Via Casorezzo in totale sicurezza.

Allo stato attuale, con il semaforo spento e senza una D.D. di traffico apposita, dovrebbe vigere la segnaletica orizzontale e verticale che non impone il divieto di svolta da Via della Riserva Grande per Via Casorezzo, per cui è necessario fare attenzione.

Per garantire la totale sicurezza dell’incrocio, per raggiungere Via di Casal del Marmo, si dovrebbe percorrere  Via Gandin o, in alternativa, Via Taleggio.

Confidiamo che nei prossimi giorni la situazione possa essere chiarita.

Condividi
Nato a Roma il 25 Luglio 1995. Autore di diversi articoli inerenti la mobilità ed il Trasporto Pubblico. Redattore del Pungolo da Ottobre 2014,