IL FERMACARTE: Teste Matte – Striano/Lombardi

Teste Matte

Teste Matte è la storia romanzata di un ragazzo che si fa strada nella malavita napoletana. Sasà è un bambino quando inizia la sua vita da scugnizzo per le vie dei Quartieri Spagnoli di Napoli.

Insieme al cugino Totò si arrangia tra vicoli e viottoli per arrabattare qualche lira e svoltare la giornata.

Carmela, la mamma di Sasà, non ha un lavoro regolare, mentre il padre Gennaro sì e per questo motivo va tenuto indenne da tutto. Perché ‘deve lavorare’.

La vita di Sasà e di suo cugino cresce sull’onda delle piccole truffe, dello spaccio di sigarette e delle birre vendute agli americani. I due si fanno le ossa fino agli scippi e ai furti con destrezza. Dei Rolex, per esempio che valgono un sacco di milioni di lire e in poco tempo.

Il loro destino però è legato alle cosche locali perché i due scugnizzi sono troppo bravi come ‘guappi’ per restare nell’ombra. Sprezzanti, furbi e rapidi vengono notati per le loro abilità ‘miezz’a via.’

In Teste Matte assistiamo all’ascesa di due ragazzini nel mondo della camorra.

Compaiono le pistole. La cocaina viaggia nei nasi a qualsiasi ora. Come i Campari e gin. E anche l’invidia e il risentimento di quei boss che vorrebbero comandare indisturbati.

Teste Matte li chiamano i giornalisti, perché sono pazzi e scatenati. Non ‘tengono’ paura di nessuno. E nessuno decide per loro, neppure i boss dei vari rioni.

Teste Matte è un romanzo travolgente. Scritto con uno stile visivo che assorbe il lettore e lo catapulta ‘int’o rione’ coinvolgendolo dalla prima all’ultima pagina.

www.rocknread.it

Condividi