IL FERMACARTE: Heather, più di tutto | Matthew Weiner

Heather, più di tutto

Heather, più di tutto è il romanzo di esordio di Matthew Weiner, conosciuto dagli amanti delle serie tv come me per essere il “creatore” dei Soprano e di Mad Men. Di questo piccolo libro, sono solo 113 pagine (gli americani lo chiamerebbero “novella”), James Ellroy ha scritto: “Heather è roba che scotta.

Un noir perfetto: si cammina su una corda tesa nel vuoto prima di cadere in un precipizio infernale. Weiner colpisce dove fa più male”.
Verissimo.

Da gran sceneggiatore quale è, Weiner ha saputo raccontare i personaggi di questa storia in modo perfetto senza bisogno di scrivere centinaia di pagine:

“Mark diventò ricco da ogni punto di vista tranne che dal proprio (…) Alla fine non fu il talento ad arricchirlo, bensì la fortuna.”
“Karen gli spiegò che le altre donne non l’avevano mai presa a paragone perchè in gruppo preferiva tirarsi indietro, a suo agio soprattutto come spettatrice approvante. Eppure si domandava…Perché non bastasse”

Ecco il ritratto dei due protagonisti di Heather, più di tutto: Mark e Karen, una coppia che vive a Manhattan, borghesi, benestanti, un matrimonio che ha unito due personalità in fondo fragili, bisognose di conferme che non trovavano all’esterno fino a quando…

“Heather era una bella bambina (…) Era così bella che inevitabilmente diventava il centro dell’attenzione in un parco…I suoi nuovi amici guardavano Karen o Mark…E non riuscivano a nascondere la sorpresa per il fatto che fosse figlia loro. I genitori di Heather non si offendevano mai, ma si stringevano nelle spalle con umile orgoglio (…) il loro essere interiore si era espresso attraverso la loro splendida creazione biologica”

La figlia diventa dunque il mezzo di realizzazione dei due genitori, ognuno per proprio conto, aveva puntato tutto su Heather e ognuno di loro era determinato ad accaparrarsi l’amore di questa creatura per la quale avrebbero dato la vita.

In Heather, più di tutto, Heather non è in realtà protagonista e io lettrice non me ne sono curata poi tanto perché ciò che davvero mi ha rapita è stato il viaggio nella psicologia di Mark e Karen soprattutto quando nella storia arriva Bobby “un grumo di fallimenti ed errori” che minaccia Heather.

www.rocknread.it

Condividi