IL FERMACARTE: Pulvis et umbra | Antonio Manzini

Pulvis et Umbra

Un noir avvincente e cupo. La sottile mutazione dell’animo di Rocco Schiavone che ruota attorno alle avvincenti e sofisticate indagini della questura di Aosta, con gli intrighi da Roma e le questioni personali che prendono una strana piega, fanno di Pulvis et Umbra l’ennesimo bellissimo libro di Antonio Manzini.

Pulvis et umbra non è solo un’altra indagine, è un altro momento della vita del vicequestore Rocco Schiavone.

Doppia l’inchiesta cui dedicarsi, molti i fronti sui quali il burbero vicequestore con le Clarks  Schiavone si deve muovere e tante le ombre da inseguire. Tutti ingranaggi che perfettamente si incastrano per portarci col fiato sospeso fino all’ultima pagina.

Il tempo che è trascorso sembra incidere sulla prontezza di riflessi e di conseguenza sulla capacità di essere al posto giusto nel momento giusto, forse Schiavone non si guarda le spalle quanto dovrebbe o quanto vorremmo.

I rapporti interpersonali danno un diverso spessore al noir proposto e continua per noi lettori il piacere di divorare ciò che scrive Antonio Manzini.

www.rocknread.it

Condividi