SELVA NERA: Conclusi i lavori su Via Lidia Bianchi

Via Lidia Bianchi

Nella giornata di ieri è stato riaperto al traffico il tratto di Via Lidia Bianchi chiuso lo scorso 23 Febbraio a causa della rottura di una tubatura fognaria, all’altezza dei civici 14/16.

I lavori di risanamento hanno impegnato gli operai per due settimane nel corso delle quali si è provveduto alla sostituzione delle vecchie tubature, probabilmente corrose dalle esalazioni chimiche delle acque nere.

Il ripetuto passaggio di un mezzo pesante, quale la linea 904 del Trasporto Pubblico, aveva portato al cedimento della fogna. Data l’entità della voragine si era provveduto, quindi, a chiudere il tratto di strada e a deviare il percorso del mezzo pubblico.

Ad oggi la strada è stata finalmente riaperta, ma la “valle” di Selva Nera risulta ancora priva del servizio di Trasporto Pubblico a causa della chiusura di un altro tratto, quello di Via Irma Bandiera, sul quale i lavori non sono ancora iniziati.

A questo punto ci si aspetta che nei prossimi giorni venga ripristinato il manto stradale nel tratto interessato dai lavori, come previsto dal Regolamento Scavi che, però, troppo spesso non viene rispettato, o almeno non in tempi brevi.

Su Via della Riserva Grande, ad esempio, lo scorso 24 Febbraio sono stati effettuati dei lavori di scavo per il ripristino di una perdita d’acqua. L’intervento si è concluso nell’arco della giornata, ma dopo quasi 15 giorni nessuno ha provveduto a ripristinare interamente l’asfalto e lo scavo risulta ancora “coperto” da una semplice toppa.

Sono numerosi gli esempi di strade in periferia sulle quali sono stati realizzati degli scavi, senza poi ripristinare l’asfalto al termine dei lavori. Sollecitiamo, quindi, chi di dovere ad eseguire la riqualificazione prevista dal Regolamento Scavi, così che il territorio possa ricavarne almeno qualcosa di positivo.

Condividi
Nato il 22 Giugno 1993. Redattore de' Il Pungolo da Febbraio 2013, autore di articoli a carattere urbanistico e ambientale.